Collegium vocale et instrumentale

«Nova Ars Cantandi»

 

 

Il Collegium vocale «Nova Ars Cantandi» è stato fondato nel 1988 da Giovanni Acciai.

È formato da cantanti e strumentisti professionisti il cui intento è quello di far rivivere in interpretazioni rispettose della piú aggiornata prassi esecutiva, i capolavori della musica del passato a cappella e concertante.

Su tali presupposti tecnici e stilistici si fonda l’impegno del gruppo per la riscoperta e la valorizzazione di un repertorio polifonico medievale, rinascimentale e barocco, finora trascurato, soprattutto nell’ambito dei circuiti concertistici italiani.

Dall’anno di fondazione, il Collegium vocale «Nova Ars Cantandi» ha tenuto numerosi concerti in Italia, riproponendo composizioni inedite o rare di Magister Leoninus, Perotinus, Vitry, Roman de F.A.U.V.E.L., Machaut, Dunstable, Dufay, Obrecht, De la Rue, Des Prez, Compère, Arcadelt, Corteccia, Rivafrecha, Robledo, De Victoria, Morales, Willaert, Palestrina, Contino, Viadana, Moro, Salomone Rossi, Monteverdi, Cavalli, Arrigoni, Tartini, Eberlin, Holzbauer, Mozart e Cernohorsky.

Unico gruppo italiano, è stato invitato nel 1991 dalla «Internationale Bachakademie» di Stuttgart a prendere parte all’Europäisches Musikfest per eseguire composizioni vocali-strumentali di Eberlin, Holzabauer e Mozart.

Nell’ambito delle manifestazioni volte a celebrare il 350° anniversario della morte di Claudio Monteverdi, ha preso parte all’esecuzione dei Vespri della Beata Vergine sotto la direzione di Giovanni Acciai.

Per le case discografiche Concerto e Stradivarius di Milano ha curato rispettivamente la registrazione dei Vespri per la festa di Ognissanti di Giovanni Giacomo Arrigoni l’integrale (doppio CD) delle Lamentazioni e i Responsori per la Settimana santa, op. XXII e XXIII di Lodovico Viadana. Ancora per la Stradivarius e insieme all’Ensemble Micrologus ha realizzato un CD intitolato «Europa concordia musicae», contenente musiche polifoniche dei secoli XV e XVI, commissionato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla RAI in occasione del semestre di presidenza italiana dell’Unione europea, Primo libro delle Messe (1561) di Giovanni Contino  e i Concerti ecclesiastici a 1-8 voci di Giacomo Moro da Viadana.

Per conto della Sarx Records di Milano ha curato la registrazione del primo libro dei Motecta festorum totius anni a quattro voci (1563) di Giovanni Pierluigi da Palestrina, mentre per la Tactus di Bologna ha realizzato il Vespro a cappella della Beata Vergine, opera ottava di Isabella Leonarda e il Vespro breve per soli, coro e strumenti. Miserere a cinque voci di Francesco Durante.

 


     Home page      Curriculum      Pubblicazioni      Discografia      Repertorio     

I Solisti del Madrigale      L'Offerta musicale      Attività